Get Adobe Flash player

Corso Recupero Punti

Hai perso i punti della patente? Sei socio ACI? Recuperarli è facile!

L’Automobile Club Vercelli organizza per i Soci ACI corsi per il recupero dei punti della patente a condizioni particolarmente vantaggiose!

CORSI PER PATENTE DI GUIDA CATEGORIE A e B

Questi corsi, tenuti da istruttori qualificati, si svolgono come previsto dalla normativa vigente, nell’arco di due settimane consecutive. Ciascun corso permette di recuperare 6 punti ed ha una durata di 12 ore, suddivise in 6 incontri di 2 ore ciascuno.

NOTA BENE:
Per i corsi la frequenza è obbligatoria e non è previsto alcun esame finale. Per partecipare è necessario aver ricevuto la lettera di decurtazione dei punti da parte del Dipartimento Trasporti Terrestri.
Per conoscere quanti punti sono rimasti sulla patente chiama da un telefono fisso il numero 848.782.782 (il servizio ha il costo di una telefonata urbana).

Funzionamento della patente a punti
(In aggiornamento in base alla nuova normativa)

Ad ogni patente è assegnato un punteggio iniziale di 20 punti, che diminuisce ogni volta che viene commessa una delle infrazioni indicate in un’apposita tabella dei punteggi del Codice della strada (articolo 126-bis). Si può perdere da un punto a dieci punti, a seconda della gravità della violazione commessa. Per i neopatentati, nei primi tre anni i punti persi per ogni violazione vengono raddoppiati. Se vengono accertate più infrazioni contemporaneamente possono essere tolti al massimo 15 punti. Se però tra le infrazioni ce n’è una che comporta la sospensione o la revoca della patente vengono sottratti tutti i punti previsti senza alcuna limitazione. In ogni caso le decurtazioni possono produrre al massimo l’azzeramento del punteggio che, quindi, non scende mai sotto quota zero. I punti vengono tolti dalla patente di chi era alla guida al momento dell’infrazione, non da quella del proprietario del veicolo. Infatti l’organo di polizia stradale (polizia, carabinieri, vigili urbani, etc.) che accerta la violazione consegna al conducente un verbale di multa indicando anche il punteggio da decurtare. Se non è possibile identificare il conducente il verbale viene inviato al proprietario del veicolo o, nel caso di società, al legale rappresentante dell’azienda, che deve comunicare entro 60 giorni all’organo di polizia che ha accertato la violazione, i dati personali e della patente di chi era alla guida al momento dell’infrazione. Se queste informazioni non vengono comunicate, il proprietario deve pagare una sanzione amministrativa che va da 250 a 1000 euro, ma non perde i punti della patente.
Ai conducenti che hanno mantenuto intatto il proprio punteggio viene automaticamente attribuito un bonus di 2 punti ogni due anni trascorsi senza infrazioni che fanno perdere punti. Con questo sistema si possono raggiungere al massimo 30 punti.